Consulenze

Servizi di consulenza
Working Visually

La consulenza, che sia operativa o strategica,  che sia individuale o di trasmissione della conoscenza, si caratterizza per un largo uso del linguaggio parlato e scritto.
Cosa succede se lo strumento principale diventa il disegno?
Cambiando il paradigma, cambiano le risposte e i comportamenti, generando risposte diverse, pescando in profondità e coinvolgendo le persone in modo attivo, rendendoli artefici dei propri cambiamenti.
demo-attachment-1663-background-3
demo-attachment-1664-blue_background-1
Opera_senza_titolo 2

CONSULENZE

Il disegno per osservare, domandare,
generare, risolvere, comunicare.

I servizi di consulenza e formazione Working Visually nascono dopo tanti anni di esperienza nella facilitazione grafica e nella formazione su disegno e pensiero creativo.

La consulenza Working Visually è adatta per generare soluzioni, stimolare visioni, analizzare in modo pre-razionale.
Il pensiero visivo viene applicato con il disegno, utilizzando l’approccio spontaneo e senza giudizio del Disegno Brutto.
Il disegno, infatti, permette di cambiare il modo di pensare, favorendo l’uso di intuito e immaginazione, creando nuove connessioni tra le cose e portando alla luce nuovi significati e punti di vista.

Servizi di consulenza Working Visually​

5 servizi + 1 per osservare, domandare, generare, risolvere, comunicare.

Tutte la attività sono basate su di un equilibrio tra fase esperienziale e fase consulenziale, in cui il disegno viene usato come uno strumento di esplorazione e di rivelazione, sia dai partecipanti che dal consulente.

Visualizzare aiuta a comprendere meglio.
Immaginare libera il potenziale creativo.
Disegnare permette di acquisire conoscenze attraverso l’esperienza, secondo la teoria dell’Embodied Cognition.
Non ci può essere cambiamento senza azione, non ci può essere vera  innovazione senza immaginazione, non ci può essere progresso senza una visione.

Opera_senza_titolo 4
TUTTI I SERVIZI

Una rappresentazione dello stato presente: come stiamo, dove siamo, cosa facciamo.

Il pacchetto completo, ovvero una consulenza esperienziale lunga, fatta di circa 10 incontri.
Permette una valutazione della situazione presente dell'organizzazione o del gruppo.
Il lavoro restituisce informazioni su:
- percezione visione e valori aziendali;
- percezione e racconto dei processi organizzati e produttivi;
- racconto delle emozioni;
- situazione della comunicazione interna.
Dopo la fase di analisi e raccolta dati, si possono stabilire gli obiettivi per poter migliorare e affrontare il cambiamento della percezione individuale.

Opera_senza_titolo 2
GRAPHIC COACHING

Se non lo sai spiegare a parole,
ti faccio un disegno.

Un aiuto per aziende e professionisti per sintetizzare un’idea o per comunicare un’offerta.

Si tratta di una registrazione grafica, utile in fase ideativa ed esplorativa, realizzata con la tecnica del Graphic Recording e si realizza anche online (via Zoom).
Si tratta di una consulenza individuale (one-to-one) oppure di gruppo (adatta a piccoli gruppi di lavoro in riunioni e brainstorming) che facilita la comprensione e lo sviluppo di idee e progetti, basata su un ascolto attivo e non giudicante; usa lo strumento del pensiero visivo per trasformare le parole e i concetti espressi in immagini significanti e parole chiave.

Il meccanismo del Graphic Coaching mette in risalto le relazioni e interazioni dei concetti, rivelandone una struttura più ampia che migliora la comprensione.

Opera_senza_titolo 8
VISUALIZZAZIONE PROCESSI

Rappresentare i processi per capirne la struttura, i percorsi e lo sviluppo.

Attraverso semplici esercizi di disegno, sia individuali che di gruppo, si rappresentano i processi aziendali, evidenziandone le criticità. La rappresentazione è empirica e si basa sulle percezioni individuali dei processi.
Si possono utilizzare per fare Retrospettive a conclusione di un progetto, per analizzare lo stato di avanzamento o fare previsioni sul futuro.
Sovrapponendo i risultati di ogni persona si crea lo stato dei processi come percepiti dal gruppo o dall'azienda.

Opera_senza_titolo 5
DIETRO LE PAROLE

Un lavoro sulle parole chiave che identificano ogni organizzazione: valori, vision, mission.

Ogni organizzazione si fonda su di un sistema di valori descritto da alcune parole chiave "scolpite nella roccia", che ne guidano il comportamento. Quante volte i concetti che stanno "dietro" alle parole sono fraintesi, mal capiti oppure dimenticati o sfumati. Con l'uso del disegno è possibile rivelare queste incongruenze e riallinearle al significato simbolico di ognuno di questi concetti.

Opera_senza_titolo 6
TANGLE OF IDEAS

Riconoscere il proprio processo creativo e imparare a gestirlo.

Ognuno di noi, ogni giorno, sviluppa idee, anche piccole. E ognuno di noi ha un modo personale di affrontarle. Riconoscere il pattern con cui pensiamo creativamente ci permette di capire come procediamo ogni volta che dobbiamo risolvere un problema o pensare qualcosa di nuovo. SI imparerà un sistema di rappresentazione in 4 fasi per facilitare il brainstorming e lo sviluppo di idee.

Opera_senza_titolo 7
DISEGNARE LA COMUNICAZIONE

Come riconoscere le dinamiche inter personali che affrontiamo quotidianamente?

Disegnare la comunicazione tra persone aiuta a prevenire problemi, a prepararsi per un colloquio o per una presentazione, ad individuare gli schemi che si ripetono. Rappresentando le dinamiche della dinamiche impariamo a gestirla e migliorarla.

I 7 elementi di Working Visually

Le consulenze Working Visually si basano sull’utilizzo combinato di sette strumenti, che vengono utilizzati per stimolare risposte, generare soluzioni e analizzare le situazioni.
Sono strumenti che vivono come organismi all’interno della consulenza, capaci di adattarsi e di andare incontro alle diverse esigenze.

Il lavoro creativo e immaginativo a cui ognuno di questi strumenti costringe i partecipanti è parte fondamentale della consulenza: i risultati non sono mai scontati, le interpretazioni non sono ovvie.

TEMPOLINEE
È lo strumento che rappresentare i processi e il loro svilupparsi nel tempo. 
Utile per capire la percezione che le persone hanno dei processi in cui sono coinvolti, ma anche per fare retrospettive sul passato o immaginare il futuro.
Sono spesso associati alla Topografia.

SMONTAPAROLE
È lo strumento che serve per esplorare i significati delle parole, smontandole, a partire dalla loro etimologia, cambiandone la forma e scoprendone i significati ulteriori contenuti nel loro ventaglio semantico.
Lo si usa in associazione alla Ideografia. 

METAMORFOSI
È lo strumento che permette attraverso sequenze trasformative e cataloghi di possibilità di sviluppare concetti e ragionamenti. Lo si usa per rappresentare il Processo Creativo (è alla base del Tangle of Ideas, il servizio per il brainstorming), per generare nuove idee e per comprendere meglio i concetti.

OLTREVISIONI
È lo strumento per immaginare e vedere oltre, per generare visioni e rappresentarle.
Si basa sull’immaginazione attiva ed è utile ogni volta non si riesca ad andare in profondità con le parole. Spesso viene stimolato dal consulente, che disegna ciò che intuisce generarsi dal gruppo: il confronto e l’interpretazione dei disegni metterà in moto l’immaginazione e la visione laterale.

SIGNOSINTESI
È lo strumento che crea sintesi visive, utile per rappresentare metafore, idee, situazioni, dinamiche, relazioni.
È l’approccio che uso per realizzare le illustrazioni e i graphic recording.
È possibile ottenere risultati significativi anche da persone
che non sanno disegnare e che non hanno nessuna capacità artistica.

IDEOGRAFIA

A prima vista sembra uno strumento simile al Signosintesi, ma genera Simboli e Pittogrammi per creare nuovi linguaggi visivi che possano arricchire i segni alfabetici che usiamo quotidianamente scrivendo.
È uno strumento che permette di co-creare, con il disegno, potenti simboli dal significato condiviso.

TOPOGRAFIA

È lo strumento che permette di rappresentare scenari e situazioni, trasformandoli in territori da esplorare, per analizzare e risolvere problemi.

In genere questo tipo di lavoro viene svolto in modo visivo attraverso la rappresentazione di paesaggi (fotografici o disegnati).
Invece qui viene proposto utilizzando la tecnica rappresentativa della topografia che attribuisce valori simbolici agli elementi del territorio.

 

Report finale

Il risultato finale della consulenza viene inserito in un report illustrato (dalle 16 alle 24 pagine) che viene consegnato al cliente al termine del lavoro. 

Il report contiene il racconto grafico del percorso affrontato, con i disegni dei partecipanti e quelli del consulente, con la descrizione delle esercitazioni e degli obiettivi, con osservazioni e risultati.

Il libretto viene impaginato e stampato in un numero di copie concordate con il cliente.

SINTESI
Cosa significa fare una Sintesi?

Il termine sintesi (dal latino: synthĕsis, derivato dal greco: σύνϑεσις (siùnthesis) «composizione», derivato di συντίϑημι (siuntìthemi) «mettere insieme», termine composto da σύν «con, insieme» e τίϑημι «porre») è il procedimento che mette insieme parti al fine di comporre un intero.
Nell’espressione orale la sintesi si opera estrapolando da un testo o da un discorso le parti più significative e, tralasciando quelle accessorie, ci si prefigga di realizzare un risultato significativo più breve e incisivo.

SINTESI VISIVE
Strumenti di lavoro per ricombinare
e trasformare il linguaggio orale e scritto

Le Sintesi Visive sono delle attività pratiche, che utilizzano prevalentemente il disegno, e che sfruttano le caratteristiche del pensiero visivo per essere applicate.
Nascono come evoluzione di strumenti consolidati come la Facilitazione Grafica, l’Illustrazione Concettuale, il Disegno Didattico e Scientifico.
La sintesi non opera una semplificazione degli argomenti, ma cerca di rappresentarne la complessità: è orientata all’evidenziazione delle parti significative e non all’estrema riduzione del discorso per renderlo più facilmente riproducibile.

Le Sintesi Visive accettano la complessità cercando di riprodurla, rendendo visibili e comprensibili i collegamenti, le relazioni e le associazioni, anche irrazionali, tra concetti. Non organizzano, ma rivelano schemi e pattern.
Soprattutto, la consultazione degli strumenti di sintesi visiva mette in moto dei processi cognitivi di comprensione e di rielaborazione, che stimolano il pensiero creativo e generano nuove idee.
La Sintesi Visiva invita ad una lettura attiva dei contenuti di un discorso, favorendone memorizzazione e ragionamento.